Minestra di scorzonera e grano saraceno

Una minestra ci voleva proprio.

E’ un piatto povero, semplice e quasi scontato; la minestra ricorda la nonna, richiama una cucina senza pretese, un mettere nel piatto quello che si ha a disposizione piuttosto che una preparazione elaborata e particolarmente “studiata”.

minestra1_L650

Per quanto mi riguarda inverno e minestre ( in ogni loro possibile declinazione, perchè in questa categoria io faccio rientrare dal minestrone, alla vellutata alla zuppa anche se non sarebbe propriamente corretto) vanno a braccetto come quelle coppie di anziani signori che ogni tanto si vedono passeggiare nei parchi: scaldano il cuore allo stesso modo.

Queste settimane sono topiche, sono frenetiche, il nuovo anno è iniziato sbattendo direttamente in centrifuga senza nemmeno passare dal pulsante di accensione della lavatrice; ci sono momenti in cui mi perdo perchè ho così tanti pensieri per la testa che non mi ricordo materialmente che cosa stessi facendo, meno male che al mio fianco ci sono quei due santi di mia mamma e di andre che mi stanno aiutando in maniera epica a sbrigare tutte le scartoffie che ci stanno sommergendo in casa.

Mercoledì sgancio la bomba ufficialmente per cui riuscirete a capire meglio di cosa io stia parlando, mi rendo conto che tutto questo blaterare sembra un vaneggiamento di una pazza arteriosclerotica invece che di una 30enne un pò isterica (si perchè di fondo il mio lato isterico non manca mai).

minestra2_L650

La minestra in questione me la sono preparata in una delle pochissime pause che ho avuto la scorsa settimana e intanto che sbrigavo mille e una telefonata lei sobbolliva dolcemente sul fornello quasi volesse rassicurarmi promettendomi che sarebbe stata pronta per cena! E meno male perchè le cene successive sono state degne di mia suocera (che continuo ad adorare) ovvero: pettino tristissimo di tacchino alla piastra e verdure miste (quelle che uscivano spontaneamente dal mio frigo) al vapore. Ma sapete qual’è il colmo: nemmeno un grammo ho perso. =_=

Ingredienti ( per 2)

1 carota

1 costa di sedano

1 porro piccolo

1 patata piccola

100g cannellini lessati ( o borlotti)

1 spicchio di aglio

3-4 foglie di cavolo nero

1 cucchiaio di olio

2l acqua

100g grano saraceno ( o altro cereale a piacere)

sale e pepe q.b.

minestra3_L650

Mondate le verdure e tagliatele in dadolata finissima, pulite le foglie di cavolo dalla costa ed eliminate la parte troppo dura; affettatele sottilmente.

Riunite tutte le verdure in una pentola dai bordi alti con l’olio e lo spicchio di aglio schiacciato e fate cuocere a fuoco medio per 5-10 minuti mescolando spesso per non bruciare; eliminate l’aglio e versate l’acqua ( o brodo vegetale).

Fate cuocere a fuoco dolcissimo per 20 minuti.

Prelevate un terzo delle verdure e frullate il resto; aggiungete il grano saraceno, le verdure non frullate e aggiungete altra acqua se necessaria; fate cuocere fino a che il grano saraceno sarà tenero mescolando di tanto in tanto e aggiungendo liquidi se asciuga troppo velocemente.

Reagolate di sale e pepe a piacere.

Servite la minestra con un filo di olio a crudo.

Hugs,kisses&cookies

 

 

 

PDF Creator    Invia l'articolo in formato PDF   

8 thoughts on “Minestra di scorzonera e grano saraceno

  1. Sono emozionata per te! Ma, credimi, non ti immagini quanto! :*

    Sai che proprio ieri leggevo in un libro di cucina una ricetta di una minestra con scorzonera? Siamo sempre in sintonia… :)
    Un abbraccio!

  2. Amo queste zuppe, scaldano davvero il cuore (e che bel quadretto che hai presentato facendo riferimento elle dolcissime coppie di anziani!!).
    In ritardo ma buon inizio anno, baci.

  3. Ciao, ti faccio i miei complimenti per il tuo blog e per le tue ricette! Questa mi ha colpita per il cavolo nero che mi piace tantissimo!
    Aspetto di vaderti magari da Kitchen per un tuo corso!

  4. Pingback: Cookies&Cream Brownies | Shake and Bake

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>